Che requisiti devo avere per accedere ai benefici?

Per poter essere beneficiari della borsa di studio e dei vari servizi messi a disposizione dall’Agenzia, è necessario possedere determinati requisiti di iscrizione, merito e reddito.

Al concorso sono ammessi gli studenti che risultino iscritti per l’a.a. 2016/2017 agli atenei o istituti universitari umbri entro le scadenze dei rispettivi manifesti agli studi.

Per quanto riguarda i requisiti di merito, sarà necessario conseguire un determinato numero di crediti formativi nell’ambito del proprio piano studi.

Mentre per i requisiti di reddito, i limiti degli Indicatori della Situazione Economica (ISEE) e Patrimoniale Equivalente (ISPE) per l’anno accademico in corso vengono aggiornati annualmente con Decreto MIUR. In particolare, per il parametro ISEE, si fa riferimento al reddito prodotto dal nucleo familiare dello studente nell'anno solare dei due anni precedenti a quello di riferimento, mentre per il parametro ISPE, si fa riferimento al patrimonio mobiliare e immobiliare dell'anno solare precedente.

N.B.: SOLAMENTE per le matricole la I rata della borsa di studio viene corrisposta sulla base dei requisiti di reddito. Ciò non significa che i requisiti di merito vengano messi da parte. Verranno comunque verificati entro il 10 AGOSTO dell’anno successivo e determineranno il mantenimento o meno dello status di beneficiario/idoneo.

ES.: A settembre 2016 Mario presenta domanda per la borsa di studio come matricola di un corso di laurea triennale. Si iscrive alla facoltà scelta entro le scadenze, dai controlli effettuati risulta possedere tutti i requisiti richiesti, compresi quelli di reddito. Ovviamente Mario non ha ancora sostenuto alcun esame e pertanto non ha maturato CFU. Lo studente riceverà comunque la I rata della borsa di studio entro il 31 dicembre 2016. I requisiti di merito richiesti da bando, verranno verificati entro il 10 agosto 2017 e nel caso in cui l’esito dei controlli sia positivo, Mario riceverà anche la seconda rata. Se, invece, i crediti formativi non risultino acquisiti entro la data del 10 agosto, si procederà ad nuovo controllo entro la data del 30 novembre 2017, che determinerà il mantenimento o meno dell’IDONEITA’ dello studente. Quindi in tale caso, Mario non riceverà la II rata e, se non dovesse aver conseguito i CFU richiesti, sarà costretto a restituire quanto percepito con la liquidazione della I rata, il corrispettivo valore dei servizi fruiti, la Tassa Regionale per il Diritto allo Studio e l’importo eventualmente corrisposto come contributo della Mobilità Internazionale.

Servizi: 
Generali

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell'Umbria