Come devo fare per poter inserire i dati ISEE al momento di compilazione dell’istanza benefici e servizi? E se non sono in possesso dell’attestazione al momento dell’istanza, come posso inserirli successivamente?

E’ noto che con la nuova normativa, il calcolo dell’attestazione ISEE 2016 per il diritto allo studio universitario, recentemente introdotta, risulta più lunga e complessa della precedente, tanto da ingenerare negli studenti il timore di non riuscire ad avere in tempo utile tale attestazione, per altro indispensabile per partecipare al concorso per la borsa di studio.

Per far fronte a tale problematica, la normativa ha previsto che la ricevuta del CAF attestante l’avvenuta sottoscrizione della DSU sia valida al fine della richiesta  la borsa di studio.

Per rendere effettiva questa possibilità l’Agenzia, volendo facilitare la partecipazione al concorso anche agli studenti che alla scadenza delle ore 12,00 de 2 settembre prossimo, pur avendo sottoscritto la DSU non avessero ancora ottenuto l’Attestazione ISEE 2016 per il diritto allo studio universitario, ha suddiviso l’istanza di borsa di studio in due parti che potranno essere compilate in momenti diversi.

La prima parte, rinvenibile sul sito dell’Agenzia attraverso la compilazione dell’istanza benefici e servizi è di carattere generale e andrà compilata in ogni sua parte; una volta completata e controllata dovrà essere inviata entro e non oltre le ore 12,00 del 2 settembre 2016.

In questa prima parte lo studente dichiarerà soltanto di aver sottoscritto la DSU e inserirà, nel caso in cui ne sia già in possesso, il numero di protocollo dell’attestazione ISEE 2016 oppure il numero di protocollo della DSU rilasciato dal Caf.

Successivamente è possibile accedere alla seconda parte dell’istanza, sempre tramite il sito dell’Agenzia, alla sezione Area riservata studenti – login – Completamento Istanze – ISEE 2016 e Contratto di Affitto – Attestazione ISEE 2016 per il Diritto allo Studio Universitario, composta da una sola pagina nella quale debbono essere inseriti alcuni dati ricavabili dall’attestazione ISEE 2016 per il diritto allo studio universitario e precisamente: ISEE, ISR, ISP, ISE e valore della scala di equivalenza.

Una volta completata e controllata l’istanza dovrà essere inviata all’ADISU entro e non oltre le ore 12,00 del 28 ottobre 2016.

Ai sensi dell’art. 9 del DPCM 159/2013, lo studente che già possiede un ISEE 2016 per il Diritto allo Studio Universitario e la cui condizione reddituale sia peggiorata nei 18 mesi precedenti la presentazione dell’istanza di benefici, può avvalersi di un ISEE corrente, (che rifletterà la condizione che si è venuta a determinare) tramite la presentazione dell’apposito modello sostitutivo (MS) . Detto ISEE corrente, valido per i due mesi successivi al  rilascio, potrà essere utilizzato ai fini della richiesta di benefici, solo se in corso di validità al momento dell’invio dell’istanza ; in questo caso lo studente potrà indicare indifferentemente il numero di protocollo INPS-ISEE-2016 o quello riferito al modello aggiuntivo (MS).

Servizi: 
Reddito

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell'Umbria