Generali Borsa di studio

Come previsto dalla Costituzione Italiana agli artt. 3 e 34, tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza alcuna distinzione ed è pertanto compito della Repubblica rimuovere tutti quegli ostacoli economici e  sociali, che possano limitare la libertà e l'eguaglianza ed impedire il pieno sviluppo della persona umana. È per questo che, per tutti i cittadini capaci e meritevoli che sono privi di mezzi e che vogliono raggiungere i gradi più alti degli studi, il DIRITTO ALLO STUDIO viene reso effettivo attraverso borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze.

La borsa di studio è quindi un AIUTO ECONOMICO, che si sostanzia anche attraverso SERVIZI (Ristorativi ed Abitativi), attribuiti per concorso agli studenti capaci e meritevoli con l’obiettivo di assisterli nel percorso formativo, contribuendo ai costi di mantenimento agli studi. Sono previsti importi differenziati in base alla tipologia di beneficio e servizio richiesta, ed in base alla fascia di reddito di appartenenza.

L’istanza di ammissione ai benefici dovrà essere presentata esclusivamente ON-LINE ed entro le scadenze indicate dal bando di concorso.

Se sei iscritto/a all'Università degli Studi di Perugia ed hai a disposizione le credenziali di accesso all'area SOL - Servizi di segreteria On Line del portale www.unipg.it, puoi procedere all'accesso utilizzando il pulsante Login Ateneo. Ti verranno richiesti username e password già in tuo possesso.

Se, invece, sei iscritto/a all'Università di Perugia e non hai a disposizione le credenziali di accesso all'area SOL oppure, sei iscritto agli altri atenei o istituti umbri e non ti sei registrato in anni precedenti, puoi procedere utilizzando il pulsante Accreditamento. Una volta confermata la registrazione ed ottenuti i dati di accesso via e-mail passa all'accesso utilizzando il pulsante Login ADiSU.

Il ticket è una richiesta di informazioni che può essere inviata dallo studente direttamente accedendo al sito dell’Agenzia e seguendo il percorso: Area riservata studenti – login  – Richiesta informazioni – Apri ticket oppure visualizza quelli già inviati – Ticket – Apri un nuovo ticket. La richiesta viene registrata e presa in carico dall’ufficio di competenza. Lo studente può utilizzare il ticket per descrivere dettagliatamente il proprio problema o esporre eventuali dubbi.

Prima di procedere all’utilizzo del ticket, si consiglia di leggere in modo approfondito il bando di concorso e consultare le FAQ disponibili sul sito dell’Agenzia.

, è necessario ripresentare domanda online per ogni anno accademico in cui si voglia accedere ai benefici messi a concorso. Il bando infatti cambia di anno in anno, con miglioramenti ed aggiornamenti sia dei contenuti che dei parametri dei requisiti richiesti e, per ogni anno accademico, lo studente dovrà presentare la relativa istanza.

, se ancora non si è certi della facoltà o della sede in cui iscriversi o continuare la propria carriera universitaria, sarà possibile effettuare contemporaneamente più domande di Borsa di Studio, in Enti/Regioni diversi, avendo cura di comunicare all’Agenzia, tramite istanza online, l’eventuale rinuncia al beneficio qualora la scelta ricada su un ente diverso dall’ A.Di.S.U..

Sì, è possibile presentare richiesta online per i benefici messi a concorso anche se ancora non si è in possesso della matricola. Fondamentale è, in ogni caso, procedere all’iscrizione al corso di laurea prescelto entro le scadenze previste dai rispettivi manifesti degli studi degli Atenei o Istituti Universitari di appartenenza.

Come previsto all’art. 1 del Bando di concorso per l’assegnazione di borse di studio e servizi per il diritto allo studio universitario, lo studente beneficiario può avere diritto alle seguenti tipologie di beneficio, in base alla richiesta presentata:

  1. Borsa di studio (erogazione monetaria + servizi abitativo e ristorativo): può essere annuale o semestrale, con o senza posto letto, e si distingue in base alla categoria di appartenenza dello studente (fuori sede – pendolare – in sede);
  2. Contributo per la mobilità internazionale (erogazione monetaria): consiste in un’integrazione della borsa per la partecipazione a programmi di mobilità internazionale, sia nell'ambito di programmi promossi dall'Unione Europea che di programmi non comunitari;
  3. Lo studente risultato idoneo ha inoltre diritto al rimborso della Tassa Regionale per il Diritto allo Studio Universitario e può usufruire dei servizi abitativi e ristorativi a titolo gratuito.

Per poter essere beneficiari della borsa di studio e dei vari servizi messi a disposizione dall’Agenzia, è necessario possedere determinati requisiti di iscrizione, merito e reddito.

Al concorso sono ammessi gli studenti che risultino iscritti per l’a.a. 2016/2017 agli atenei o istituti universitari umbri entro le scadenze dei rispettivi manifesti agli studi.

Per quanto riguarda i requisiti di merito, sarà necessario conseguire un determinato numero di crediti formativi nell’ambito del proprio piano studi.

Mentre per i requisiti di reddito, i limiti degli Indicatori della Situazione Economica (ISEE) e Patrimoniale Equivalente (ISPE) per l’anno accademico in corso vengono aggiornati annualmente con Decreto MIUR. In particolare, per il parametro ISEE, si fa riferimento al reddito prodotto dal nucleo familiare dello studente nell'anno solare dei due anni precedenti a quello di riferimento, mentre per il parametro ISPE, si fa riferimento al patrimonio mobiliare e immobiliare dell'anno solare precedente.

N.B.: SOLAMENTE per le matricole la I rata della borsa di studio viene corrisposta sulla base dei requisiti di reddito. Ciò non significa che i requisiti di merito vengano messi da parte. Verranno comunque verificati entro il 10 AGOSTO dell’anno successivo e determineranno il mantenimento o meno dello status di beneficiario/idoneo.

ES.: A settembre 2016 Mario presenta domanda per la borsa di studio come matricola di un corso di laurea triennale. Si iscrive alla facoltà scelta entro le scadenze, dai controlli effettuati risulta possedere tutti i requisiti richiesti, compresi quelli di reddito. Ovviamente Mario non ha ancora sostenuto alcun esame e pertanto non ha maturato CFU. Lo studente riceverà comunque la I rata della borsa di studio entro il 31 dicembre 2016. I requisiti di merito richiesti da bando, verranno verificati entro il 10 agosto 2017 e nel caso in cui l’esito dei controlli sia positivo, Mario riceverà anche la seconda rata. Se, invece, i crediti formativi non risultino acquisiti entro la data del 10 agosto, si procederà ad nuovo controllo entro la data del 30 novembre 2017, che determinerà il mantenimento o meno dell’IDONEITA’ dello studente. Quindi in tale caso, Mario non riceverà la II rata e, se non dovesse aver conseguito i CFU richiesti, sarà costretto a restituire quanto percepito con la liquidazione della I rata, il corrispettivo valore dei servizi fruiti, la Tassa Regionale per il Diritto allo Studio e l’importo eventualmente corrisposto come contributo della Mobilità Internazionale.

Sono previste diverse scadenze per l’erogazione delle rate della Borsa di Studio che possono essere riassunte nella seguente tabella:

 

31/12/2016 – I RATA

a tutti gli studenti beneficiari ad eccezione di quelli alla successiva scadenza

31/03/2017 – I RATA

  • Studenti beneficiari conferme enuove assegnazioni anni successivicrediti formativi in attesa di convalida,
  • Studenti iscritti al I anno di un corso di laurea magistrale che hanno beneficiato della Bds nel precedente a.a. (conferme matricole);
  • Studenti iscritti al I anno di un corso di laurea magistrale,che NON hanno beneficiato della Bds nel precedente a.a. (nuove assegnazioni matricole);
  • Studenti specializzandi e dottorandi iscritti al primo anno;

30/06/2017 – SALDO

  • Studenti beneficiari conferme e nuove assegnazioni anni successivi;
  • Specializzandi e dottorandi;
  • Studenti con disabilità, con riconoscimento di handicap ai sensi dell’art.3 comma 1 della legge 104/1992 o con un invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%;

30/09/2017 – SALDO

  • Studenti beneficiari conferme e  nuove assegnazioni matricole
  • Studenti beneficiari nuove assegnazioni matricole magistrale.

 

N.B.: NON HA DIRITTO all’erogazione del SALDO lo studente ULTERIORE SEMESTRE che si sia laureato entro il 31 dicembre 2016 e lo studente matricola che consegue i crediti formativi richiesti da bando dopo il 10 agosto 2017 ed entro il 30 novembre 2017.

Lo studente che presenta istanza per la Borsa di Studio come ulteriore semestre e risulta essere beneficiario, ha diritto come tutti gli altri beneficiari al pagamento della I rata e del saldo. L’unica differenza fa riferimento all’importo della borsa che sarà pari esattamente alla metà di quello annuale previsto per la fascia e categoria di appartenenza.

 

ES. Mario ha fatto domanda come studente fuori sede per l’ulteriore semestre e rientra nella I fascia di reddito.

Il bando di concorso prevede che tale categoria, nel caso di borsa annuale, abbia diritto ad un importo pari ad euro 3.918,36 euro.

Allo studente verrà quindi assegnato un importo complessivo pari a 3.918,36/2 = 1.959,18 euro che verrà corrisposto in due rate:

1° RATA: 979,59 euro

2° RATA: 979,59 euro

 

Solamente in un caso lo studente non avrà diritto all’erogazione del saldo della Borsa di Studio, ovvero qualora lo stesso consegua il titolo di laurea, di laurea magistrale o di laurea magistrale a ciclo unico entro la data del  31 dicembre.

In qualsiasi momento della propria carriera universitaria, lo studente può decidere di rinunciare alla prosecuzione degli studi intrapresi. Tale rinuncia è irrevocabile e comporta l’annullamento dell’intera carriera universitaria. Questo vuol dire che lo studente, interrompe qualsiasi rapporto con l’università e ciò comporterà la perdita dello status di studente.

Come previsto dal bando di concorso, lo studente borsista e beneficiario che rinuncia agli studi entro la data del 31 luglio 2017 sarà sottoposto a dichiarazione di decadenza, indipendentemente dal numero di CFU acquisiti. La decadenza dai benefici comporterà la restituzione delle somme eventualmente riscosse relative alla Borsa di Studio la Tassa Regionale per il Diritto allo Studio e l’importo eventualmente corrisposto come contributo della Mobilità Internazionale e al valore corrispettivo dei servizi ad essa associati. Questo perché lo studente, rinunciando alla propria carriera, perde automaticamente i requisiti richiesti per l’ottenimento ed il mantenimento della Borsa di Studio (requisito merito – requisito iscrizione).

Se la rinuncia viene effettuata dopo la data del 31 luglio e lo studente è in possesso dei requisiti di merito e reddito richiesti da bando, lo studente manterrà lo status di idoneo beneficiario, non sarà sottoposto a decadenza e non dovrà procedere alla restituzione della Borsa di  studio e del corrispettivo dei servizi ad essa associati.

A seguito della rinuncia è possibile immatricolarsi nuovamente allo stesso o ad altro Corso di studio. Attraverso la rinuncia l’anzianità universitaria viene azzerata e quindi lo studente potrà concorrere nuovamente all’assegnazione di Borsa di Studio purchè non sia stato idoneo/beneficiario per lo stesso anno di corso, salvo la restituzione di quanto percepito. Tuttavia, nel caso in cui la rinuncia sia effettuata dopo il 31 luglio, per poter accedere ai benefici già goduti per lo stesso anno di frequenza, lo studente dovrà comunque restituire quanto precedentemente ricevuto in termini di erogazioni monetarie e corrispettivi dei servizi.

Lo studente viene sottoposto a dichiarazione di decadenza dai benefici assegnati quando:

  • non possiede/mantiene i requisiti previsti per l’ammissione al concorso e per il conseguimento dell’idoneità (requisiti iscrizione, reddito e merito);
  • non provvede all’invio della documentazione relativa ai patrimoni e/o redditi esteri;
  • effettua la rinuncia agli studi entro la data del 31 luglio, indipendentemente dal numero di CFU conseguiti entro tale data.

Il provvedimento relativo alla decadenza viene pubblicato sul sito dell’Agenzia e comunicato via e-mail agli studenti interessati. Un’ulteriore notifica potrà essere segnalata nell’area riservata dello studente.

La decadenza dai benefici comporta la restituzione delle somme eventualmente riscosse relative alla Borsa di Studio, alla Tassa Regionale per il Diritto allo Studio, all’importo eventualmente corrisposto come contributo della Mobilità Internazionale e al valore corrispettivo dei servizi ad essa associati.

Nel caso in cui lo studente ritenga che ricorrano le giuste motivazioni, potrà presentare  istanza di riesame al provvedimento di decadenza in modo che la propria posizione possa essere rivalutata ed eventualmente variata. L’istanza di riesame per la rivalutazione della propria posizione è presentabile SOLAMENTE con riferimento all’atto di decadenza.

In seguito alla pubblicazione dell’atto di decadenza, in assenza di istanza di riesame, l’Agenzia procederà ad individuare, attraverso un atto detto di “contabilizzazione degli importi”, la somma esatta che lo studente è tenuto a restituire, sia in riferimento alla quota di Borsa di Studio percepita, alla Tassa Regionale per il Diritto allo Studio Universitario e all’importo eventualmente corrisposto come contributo della Mobilità Internazionale, sia in riferimento al valore corrispettivo dei servizi abitativi e ristorativi usufruiti. Non è ammessa istanza all’atto di contabilizzazione che possa riguardare la posizione di “decaduto” dello studente, già dichiarata con l’atto di decadenza.

L’eventuale istanza presentata all’atto di contabilizzazione, potrà riguardare esclusivamente la correttezza o meno delle somme richieste. L’esito della contabilizzazione, le modalità e le scadenze con cui le somme potranno essere restituite verranno notificati allo studente tramite raccomandata all’indirizzo di residenza indicato al momento di presentazione dell’istanza online.

Al fine di poter partecipare al Bando di concorso per entrambi i benefici indicati, sarà necessario presentare due distinte richieste, ovvero una relativa alla Borsa di Studio ed una relativa al Contributo di Mobilità Internazionale.

È possibile presentare istanza online SOLO con riferimento al contributo di Mobilità Internazionale esclusivamente nel caso di studente che sia laureato da non più di un anno e sia risultato idoneo al conseguimento della Borsa di Studio nell’ultimo anno di studi, nell’ambito di progetti di mobilità del programma europeo Erasmus+ Traineeship o di similari iniziative.

Gli studenti non ancora laureati devono presentare anche l’istanza di Borsa di Studio.

Sì, il contributo per la mobilità internazionale può essere erogato anche in caso di Erasmus post-laurea. Il bando di concorso prevede infatti che lo studente, che sia laureato da non più di un anno e sia risultato idoneo al conseguimento della Borsa di Studio nell’ultimo anno di studi, ha diritto al contributo nell’ambito di progetti di mobilità del programma europeo Erasmus+ Traineeship o di similari iniziative.

Come previsto dal Bando di concorso, lo studente dovrà comunicare:

  • i dati per l’individuazione del contratto,
  • i dati di registrazione dello stesso all’Agenzia delle Entrate,
  • il periodo di validità della locazione,

ENTRO IL TERMINE DELL’ 11 NOVEMBRE 2016, obbligatoriamente tramite compilazione della apposita istanza denominata Comunicazione dati contratto di affitto a titolo oneroso, disponibile sul portale dell’Agenzia www.adisupg.gov.it accedendo alla sezione Istanza benefici e servizi studentiCompletamento istanza.

Le comunicazioni in modalità diverse da quella indicata non saranno accettate.

Il contratto di affitto, nel caso di studente richiedente Borsa di Studio annuale, dovrà avere una durata non inferiore a dieci mesi, compresi fra il 1 ottobre 2016 e il 30 settembre 2017.

Nel caso in cui lo studente sia ancora in fase di ricerca di un alloggio privato, dovrà comunicare i dati per l’individuazione del contratto, i dati di registrazione dello stesso all’Agenzia delle Entrate e il periodo di validità della locazione entro il termine dell’11 novembre 2016, obbligatoriamente tramite compilazione della apposita istanza denominata Comunicazione dati contratto di affitto a titolo oneroso, disponibile sul portale dell’Agenzia www.adisupg.gov.it accedendo alla sezione Istanza benefici e servizi studenti – Completamento istanza.

Le comunicazioni effettuate in modalità diverse da quella indicata non saranno accettate.

Il contratto di affitto, nel caso di studente richiedente Borsa di Studio semestrale, dovrà avere una durata non inferiore a cinque mesi, compresi fra il 1 ottobre 2016 e il 31 marzo 2017.

Nel caso in cui lo studente sia ancora in fase di ricerca di un alloggio privato, dovrà comunicare i dati per l’individuazione del contratto, i dati di registrazione dello stesso all’Agenzia delle Entrate e il periodo di validità della locazione entro il termine dell’11 novembre 2016, obbligatoriamente tramite compilazione dell’apposita istanza denominata Comunicazione dati contratto di affitto a titolo oneroso, disponibile sul portale dell’Agenzia www.adisupg.gov.it accedendo alla sezione Istanza benefici e servizi studenti – Completamento istanza.

Le comunicazioni effettuate in modalità diverse da quella indicata non saranno accettate.

La Certificazione Unica CU - ex-CUD - è il documento con cui annualmente il datore di lavoro attesta i redditi di lavoro dipendente, assimilato e autonomo erogati e le ritenute effettuate e versate allo Stato.

La CU è predisposta dall’ A.Di.S.U. per tutti i borsisti, che hanno percepito redditi dall’Agenzia nell’anno di riferimento e può essere scaricata dallo studente accedendo al portale dell’Agenzia www.adisupg.gov.it, alla sezione Area riservata studenti – login – Stampa/Visualizza istanze e certificazione unica (CU). La CU verrà richiesta in fase di preparazione dell’ISEE per il Diritto allo Studio Universitario. Tuttavia, visto l’ambito del Diritto lo Studio, non andrà ad influire nella determinazione del reddito complessivo.

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell'Umbria