La convenzione tra Adisu, Afas e AmiciAdisu, stipulata nel 2018 come rafforzamento della precedente e storica collaborazione decennale in atto, è stata oggetto di approfondimento durante la conferenza stampa svoltasi oggi 28 febbraio 2019 presso il Salone d'onore della Residenza G. Ermini.

Presenti la Dott.ssa Maria Trani, Commissario Straordinario ADISU, il  Dott. Virgilio Puletti, Presidente Afas , il Dott. Raimondo Cerquiglini, Direttore Generale Afas,  la Dott.ssa Francesca Sorbera, Psicologa, il  Sig. Giampaolo Marras, Presidente Associazione Amici ADiSU e Angela De Nicola, Garante degli Studenti.

Afas e AdiSU rinnovano e aggiornano la loro reciproca collaborazione, rivolgendo la propria attenzione in particolare, ma non solo, agli studenti fuori sede, che spesso mancano di riferimenti certi nelle realtà cittadine in cui hanno scelto di studiare. Per questo, Afas, come già fanno nei loro ambiti le case dello studente che li ospitano, si propone di orientare i giovani fuori sede verso i servizi sanitari disponibili sul territorio.

L'avvenuta istallazione di distributori automatici di prodotti di prima necessità presso vari collegi universitari, l'apertura di un punto di informazione per gli studenti universitari gestito dall'Associazione Amici di ADiSU sono solo alcuni dei progetti che sono stati presentati durante la conferenza stampa.

In programma per i prossimi mesi, infatti, è prevista una serie di incontri informativi nell'ambito di campagne dedicate all'educazione alla salute, al benessere e alla prevenzione.

Il primo ciclo di questi appuntamenti sarà dedicato ai disturbi del comportamento alimentare (Dca) ed è stato  presentato dalla Dott.ssa Francesca Sorbera  “Fermamente convinti dell'importante ruolo giocato dalla prevenzione e dall'informazione sui corretti stili di vita,” dichiarano il presidente di Afas, Virgilio Puletti, e il Direttore Generale, Raimondo Cerquiglini, “sappiamo bene che bisogna sempre partire dai giovani, specie in un momento storico come quello attuale, in cui troppo spesso le notizie e le informazioni passano attraverso veicoli non sempre attendibili e in cui proprio i giovani si ritrovano privi di punti di riferimento sicuri se non addirittura abbandonati a se stessi. La forza di Afas, insieme alle Associazioni del territorio, è invece quella di fungere da faro, cercando di arrivare a tutte le persone, nei luoghi in cui quelle persone si incontrano”.

Conferenza stampa 28 febbraio 2019

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell'Umbria